home

 

curiosità a Roma

Pasquino ed altre statue parlanti

 

Da quando all'inizio del XVI secolo in una piazza di Roma fu sistemato quel tronco di statua presto denominato "Pasquino", nella Roma pontificia si creò la duratura tradizione di satire e biglietti polemici (c.d. pasquinate) affissi nottetempo per protesta e simili da parte dei popolani.

Le prime reazioni della Stato pontificio talora sortirono l'effetto di aumentare il numero di tali satire. Secondo la tradizione romana le c.d. statue parlanti sarebbero ben sei: quella celeberrima di Pasquino, Madama Lucrezia, Marforio, il Babuino, il Facchino e l'abate Luigi. 


la stutua di Pasquino nell'omonima piazza
zona palazzo Braschi-piazza Navona; foto alpav 2007

 


il Sileno "detto Babuino" di via del Babuino; foto alpav 2007

 


la statua di Madama Lucrezia nei pressi della basilica di S.Marco-piazza Venezia- foto alpav 2012

 


Marfoglio in Campidoglio
foto Lalupa-wikipedia

 

Le due statue non riprodotte sono invece così ubicate: il Facchino in via Lata angolo via del Corso, l'Abate Luigi in piazza Vidoni a poca distanza dalla chiesa di S.Andrea della Valle.

Diverse antiche cronache ricordano le pasquinate più celebri (il fenomeno decollò all'inizio del XVI secolo e fu molto forte fino al XIX secolo). Riproduciamo a titolo di esempio una di queste cronache:

 

Alcune associazioni romane nel periodo della bella stagione curano talora piacevoli passeggiate serali per la visita di queste interessanti statue. Non mancano libri sull'argomento con riferimenti a cronache dei tempi passati. Si trova on line anche la riproduzione di un vecchio volume intitolato " Per conciliare il sonno. Dialoghi tra Pasquino e Marforio ".


la porta magica

 argomento collegato: Bomarzo, parco dei mostri

belle statue: la fontana delle tartarughe


 

home